Abarone.it Logo

SSD - Consigli su quale scegliere

Vantaggi e Svantaggi

L'SSD (acronimo di solid-state drive) è un supporto di memoria di massa composto da transistor. L'SSD rappresenta una svolta epocale rispetto ai classici HDD (anch'essi supporti di memoria di massa) in quanto permette quasi di eliminare il divario che c'era fino a poco tempo fa tra la CPU e i dispositivi di storage.
Infatti, l'eliminazione delle parti meccaniche ha permesso di allineare la velocità di ricerca dei dati alla velocità di processamento della CPU.
Per riassumere, la differenza tecnologica tra SSD e HDD è nella modalità di accesso, lettura e scrittura dei dati.

L' SSD è una memoria di massa allo stato solido , ovvero è una memoria flash, come ad esempio le micro-sd che che utilizziamo negli smartphone, ma di maggiori dimensioni. L'SSD infatti si basa su memorie di tipo NAND Flash , a sua volte suddivise in 3 tipologie di memoria :
- SLC
- MLC
- TLC

Vantaggi degli SSD

Gli SSD offrono principalmente prestazioni in lettura e scrittura che nessun HDD potrà mai raggiungere. Ma non è sono solo le prestazioni la miglioria rispetto agli HDD, andiamo a elencare brevemente i vantaggi degli SSD:
Grazie a questa tecnologia eliminiamo in un colpo tutti i difetti tipici degli HDD:
- Velocità: da 200 a 300 volte superiore agli HDD;
- Consumi: decisamente inferiori rispetto agli HDD ( soprattuto i notebook ne benificeranno), si parla infatti di un consumo medio di circa 2W per gli SSD, contro i 6W degli HDD;
- Rumorosità: non avendo componenti meccanici sono silenziosi;
- Resistenza agli urti: essendo composti da schede elettroniche, è piu probabile che resistano meglio a un'urto;
- Peso: in media un SSD pesa sugli 80 gr, mentre un HDD sui 700 800 gr;
- Software: gli SSD sono dotati di un software di supporto per valutare
- Frammentazione: gli HDD frammentano i dati, e i tempi di ricerca e accesso si allungano con dati molto frammentati, con gli SSD non ci sarà più questo problema, i dati ovunque essi si trovano vengano trovati in tempo brevissimo;
- Addio necessità di posizionare il disco su una struttura rigida e stabile
- Addio lentezza nell’apertura dei programmi e all’avvio del sistema operativo

Svantaggli degli SSD

Gli SSD, come detto sopra, migliorano quindi nettamente le prestazioni del computer.

Tuttavia, al momento, essendo una tecnologia ancora 'emergente', hanno alcuni svantaggi rispetto ai classici HDD:
- Costo: il prezzo è ancora alto, si pensi anche che negli ultimi mesi i prezzi hanno subito un impennata del 20% dovuta alla grande richiesta di SSD e alla carenza di Memoria NAND flash;
- Capacità: ad oggi gli SSD arrivano a tagli massimo di 2TB ( Samsung 850 Evo e Samsung 850 PRO);
- Marchi: non sono molti i costruttori di SSD, e ancor meno chi produce le memorie che poi vengono montate sugli SSD, questo è un male per la concorrenza e di conseguenza i prezzi;
- Minore Durabilità: gli SSD dichiarano tra 1000 e 10000 cicli di riscrittura su ogni cella, ancora inferiore rispetto alla durabilità di un HDD meccanico;
- TBW: il TBW ( Total Byte Write) è la capacità di scrivere dati sugli SSD, in media è di circa 80 TB per gli SSD da 240-256 GB, 150TB per gli SSD con capacita di 480-512GB. In termini pratici un utente medio butterà l'SSD perché sarà passato a una nuova tecnologia,

Consigli per gli acquisti
Samsung 850 Evo
L'innovativi SSD Samsung 850 EVO è dotato di una capacità nominale massima di 4TB (esistono dispositivi con difverse capacità). I drive sono dotati di 128 celle V-NAND (con 32 layer a scrittura verticale), abbinati ad un controller MHX compatibile con la capacità di memoria, come per il fratello maggiore Samsung 850 PRO.
Con all'abbassamento nell'ultimo periodo dei prezzi di circa 20 €, il Samsung 850 EVO è diventato una valida alternativa ad altri marchi blasonati di SSD, che allo stesso prezzo offrono prestazioni inferiori.

Samsung 850 Pro
Il modello Samsung 850 Pro è dotato di prestazioni leggermente superiori, anche se pressoché simili, tuttavia il vero punto di forza che lo rende unico è l’incremento della durata del dispositivo che si attesta a 10 anni con capacità di sovrascrivere 300 TB di dati. Mentre il dispositivo EVO è vincolato ai 5 anni e 150 TB di sovrascrittura. Tale differenza è dovuta ai materiali utilizzati per la realizzazione delle celle SSD, ossia al grado di purezza dei materiali (in quanto i materiali sono uguali). L’EVO infatti rappresenterebbe una versione economica del PRO che degrada la durata del dispositivo lasciando inalterate le capacità in termini di prestazioni ma con un deciso abbattimento dei costi.

Crucial MX300
Il recente Crucial MX300, un dei migliori SSD di fascia media pensato per differenziarsi dagli altri modelli per affidabilità e durata nel tempo, più prolungata rispetto ai comuni dischi a stato solito grazie al duro lavoro svolto dagli ingegneri Crucial. Le velocità di lettura e scrittura sequenziale si attestano sui 530 MB/s e 510 MB/s, con lettura e scrittura randomica fino a 92.000 e 83.000 IOPS. I valori di scrittura potranno pure essere sotto tono, ma Crucial MX300 è pensato per durare davvero a lungo, con 220 TBW (80 TB per l'ssd di 275 GB) garantiti dal produttore. La killer feature è però la Momentum Cache, che velocizza fortemente dopo qualche tempo l’avvio di tutti i vari software e di Windows stesso, che può arrivare anche al boot in due secondi. Potete acquistarlo nei tagli da 275 GB, 525 GB, 750 GB, 1 e 2 TB

Caddy

barone.antonio@libero.it